Una serata speciale

News

Una serata speciale

centro congressi - CopiaMilano, 20 novembre. La Fondazione Corti è stata ospite del prestigioso Centro Congressi Cariplo.

In occasione della giornata nazionale per l’infanzia, il Lacor, che ogni anno cura centomila bambini, era in prima linea.

Una serata ricca di incontri e di scambi, l’opportunità di ritrovarsi tra amici e sostenitori della Fondazione, ma anche di farsi conoscere dalla Milano della solidarietà.

Nelle sale e nei corridoi del Centro Congressi era stata allestita la mostra fotografica di Mauro Fermariello con gli splendidi pannelli delle sue immagini più suggestive. Ritratti di donne e bambini, sguardi di cura di medici e infermieri, scorci di vita dal Lacor.

A fare gli onori di casa, la vicepresidente della Fondazione Cariplo Mariella Enoc, che ha avuto l’occasione di visitare il Lacor. “Il valore di quest’ospedale e della Fondazione che lo sostiene non è solo in ciò che fa, ma in come lo fa”, ha esordito la dottoressa Enoc che ha preso ad esempio l’ospedale ugandese come modello di riferimento per altre realtà africane. “Il Lacor”, ha continuato, “è cresciuto con gli africani e ha il merito di riconoscere all’Africa il suo ruolo”.

A rappresentare l’ospedale Cyprian Opira, che ne è il direttore generale. Opira, al Lacor dal 1985, ha sottolineato l’importanza delll’ospedale come baluardo di salute in un’economia ancora molto fragile. “A dieci anni dalla fine della guerra l’Uganda sta vivendo oggi un periodo delicato”, ha spiegato Opira. “La siccità dovuta al cambiamento climatico ha messo in crisi i raccolti; l’impegno delle ONG si sta diradando perché impegnate nei campi profughi a ridosso del Sud Sudan; è inoltre in corso uno sciopero dei medici degli ospedali governativi che chiedono migliori condizioni di lavoro e stipendio”.

Il lavoro del Lacor si inserisce dunque in questo quadro di instabilità. Nonostante questo, le categorie più vulnerabili vengono sempre assistite gratuitamente; vaccinazioni, trattamenti per HIV e tubercolosi sono completamente gratuiti.

Il fotografo Mauro Fermariello ha poi proiettato alcune delle splendide immagine raccolte nel volume fotografico Ritorno al Lacor descrivendo il suo viaggio nel Nord Uganda con la leggerezza e la capacità di coinvolgere che lo caratterizzano.

Dominique Atim Corti, presidente della Fondazione Corti, è intervenuta per un saluto dal Canada dove sta lavorando con la Fondazione dedicata alla fondatrice del Lacor Hospital Lucille Teasdale.  Obiettivo comune è continuare a sostenere le spese correnti del Lacor Hospital.

Ha chiuso l’evento Daniela Mainini, membro della Consulta per il Garante dell’Infanzia della Regione Lombardia e Presidente del Centro Studi Grande Milano, sottolineando come il Lacor sia un esempio da imitare, una realtà, frutto di solidarietà, che continua a investire nella formazione sul posto. “A distanza di dieci anni dalla presentazione del primo libro fotografico di Fermariello”, ha sottolineato Mainini concludendo, “il Centro Studi Grande Milano ribadisce la sua fiducia e il suo sostegno alla Fondazione Corti e al suo impegno per la popolazione del Nord Uganda. Il Lacor Hospital è una best practice da emulare, una luce da seguire”.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

TI TERREMO AGGIORNATO SULLE NOSTRE ATTIVITA'

Continuando ad utilizzare il sito, accetti l'uso dei cookie. approfondisci

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close