Più di un anniversario

News

Più di un anniversario

torta_285x

Saranno state quasi duemila le persone sabato alla cerimonia per i sessant’anni del Lacor Hospital.
A ricordare ciò che è stato, ad affrontare le sfide del presente e guardare al futuro.
Duemila persone in festa per un anniversario che rende più che mai orgoglioso tutto il personale del Lacor, ma anche noi della Fondazione Corti.
La manifestazione si è aperta con la Santa Messa, celebrata dal vescovo, Monsignor Sabino Ocan Odoki che rappresentava l’arcivescovo di Gulu John Baptist Odama. Acclamati gli intermezzi musicali della banda, i balli colorati, le esibizioni di strumentisti e danzatrici.
Sentiti e appassionati anche i discorsi dei direttori ugandesi.
L’excursus storico del direttore medico Dott. Emintone Odong ci ha proiettati in un passato costruito mattone dopo mattone continuando a lavorare nonostante le guerre civili e le epidemie di HIV ed Ebola.
Commuovente il tributo del Dott. Odong ai Corti: “Sessant’anni fa Piero Corti aveva un sogno: lavorare in un paese in via di sviluppo. E’ andato in India e per fortuna non ha trovato un posto adatto. Dio l’ha condotto altrove.
E’ andato in Ciad, e per fortuna Dio l’ha condotto altrove. Poi è arrivato al Lacor. Non dico che l’ospedale non sarebbe qui oggi senza Piero e Lucille, ma non sarebbe arrivato al punto in cui è ora”.
Il Dott. Odong ha concluso rivolgendo un pensiero per la nostra Dominique Atim Corti, figlia dei fondatori: “è come sua madre, vuole arrivare a tutto”.
E’ proprio Dominique a riferire con orgoglio i risultati dell’ospedale. A chi mi chiede se il Lacor abbia abbandonato la strada delineata dai miei genitori, le migliori cure possibili al maggior numero di persone al minor costo, rispondo con i fatti.
Dal 1967 al 2018 il personale ugandese è passato da 60 a 700 impiegati; i pazienti visitati da 53 mila a 248 mila; i parti da 400 a 8.500; gli studenti da zero a 700″.
Dominique si è poi rivolta in acholi ai presenti mostrando grande stima per il loro lavoro e incoraggiandoli a continuare su questa strada.
Hanno dato un significativo contributo alla cerimonia anche gli interventi della ministra responsabile per la sanità di base, Joyce Moriku Kaducu e l’onorevole Betty Aol Ocan, parlamentare acholi di Gulu.
Dopo il pranzo, preparato per tutti i presenti, la festa è proseguita fino a sera inoltrata con musica e balli.
La cerimonia per i sessant’anni è stato l’evento conclusivo di una serie di momenti di festa. Seguitissima, il giorno prima, la partita di calcio tra i dipendenti del Lacor e una squadra locale. Il Lacor è stato acclamato vincitore da una tifoseria degna della curva di uno stadio.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

TI TERREMO AGGIORNATO SULLE NOSTRE ATTIVITA'

Continuando ad utilizzare il sito, accetti l'uso dei cookie. approfondisci

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close