Malaria Day

News

Malaria Day

Aprile 2022: nel reparto di pediatria del Lacor ci sono 89 bambini. 35 di loro hanno la malaria.

Oggi, 25 aprile, l’Organizzazione Mondiale della Sanità punta i riflettori su questa malattia, causata da un parassita portato da zanzare infette.

La malaria si può prevenire e si può curare. Eppure, lo scorso anno, 627 mila persone ne sono morte; in due casi su tre erano bambini con meno di cinque anni e vivevano in Africa.

Bisogna fare più in fretta, caldeggia l’OMS: gli strumenti ci sono. Ma nessuno di questi, da solo, può salvare il mondo dalla malaria. “Sfruttare l’innovazione per ridurre il carico della malattia e salvare vite umane”, è il tema della Giornata Mondiale della malaria 2022. L’OMS chiede investimenti e innovazione che portino nuovi approcci, prevenzione, diagnostica e farmaci antimalarici. E che portino dove serve quelli che già ci sono.

Intanto negli ospedali africani si lotta per la vita di ogni bambino. Come Lucky, quattro anni, divorata dalla febbre alta.

“Quando Lucky ha iniziato a stare male, l’ho subito portata all’ospedale più vicino”, racconta il papà della bimba. “Scottava e le sue urine erano scure, del colore del tè, ma non potevamo rimanere lì. Ho altri due bimbi piccoli a casa da accudire e per ricoverare Lucky mi hanno chiesto soldi che non ho”.

Padre e figlia hanno così affrontato un lungo viaggio per raggiungere il Lacor.

Nel reparto di pediatria del Lacor la dottoressa Akello Immaculate si è occupata immediatamente di Lucky. La bimba aveva una forma molto grave di malaria: l’anemia causata dalla rottura dei globuli rossi invasi dal parassita era complicata da un danno renale. La piccola ha ricevuto immediatamente una trasfusione di sangue, che per fortuna in quel momento era disponibile; è stata idratata e le è stata data la terapia antimalarica di prima scelta (artesunato per endovena e poi Coartem per bocca). In dieci giorni, Lucky si è ripresa del tutto e anche i reni hanno ricominciato a funzionare bene.

A due settimane dalle dimissioni, Lucky è tornata in ospedale per un controllo. Sta bene e ha potuto festeggiare la Pasqua con i suoi genitori e i fratellini.

La gratitudine del padre va alla dottoressa Akello, che nei momenti più duri del ricovero ha supportato la piccola con le medicine e i genitori con parole di conforto.

La nostra gratitudine va a ogni donatore, che permette alla Fondazione Corti di continuare a sostenere il Lacor. Anche con il 5×1000.

 

Milano, 25 aprile 2022

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

TI TERREMO AGGIORNATO SULLE NOSTRE ATTIVITA'

Continuando ad utilizzare il sito, accetti l'uso dei cookie. approfondisci

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close